untitled 2016

Performance
Lavaggio di pagine di libri strappate durante la performance.
Oggetti: Bacino, anfora di porcellana, libri (Goya, Velázquez, Manuale delle buone maniere, “Fausto” Goethe).

"[…]ciò che finisce per figurare nella sua opera sfugge alla logica monolitica del ciclo chiuso di usura, lacerazione e morte. Guidarci attraverso un processo che, agli occhi dell'artista, è più una trasformazione – a volte anche letteralmente, come nel caso di una delle sue esibizioni in cui pagine di libri sono strappate e lavate in un catino – questo è ciò che sembra significare, mentre il corpo in questione sta per rinascere, come un sospiro, incessantemente."

13 Rosas (31/05 a 09/06) 2018

Painting
Dimensions: 8 x 12.5cm (each)
Makeup on cotton paper
Serie composta da 13 dipinti di osservazione delle stesse rose nel periodo di 10 giorni.

"Le sue opere generalmente indicano il tentativo di emergere da qualcosa di sostanziale di un corpo che non si riferisce necessariamente a una materia o a un corpo antropomorfo. Il suo interesse è per ciò che è più etereo nello scontro tra oggetto e immagine, proponendo di mostrare ciò che la riproduzione e il consumo, nell'esaurimento, si dissolvono nel solito sguardo."

untitled (da série "Jardim de dentro") 2021

Painting
Dimension: 38 x 28cm
acrylic and pastel on paper
Serie composta da quattro dipinti

Parte dell'attuale ricerca sulla pittura.
In quest'opera, Il Giardino è la sintesi della storia della pittura e la sua interpretazione è il punto di connessione tra i riferimenti pittorici del passato e l'idea di cosa significhi essere contemporaneo.
Secondo Gilles Deleuze in "Logica della sensazione – Francis Bacon", la pittura deve strappare la Figura al figurativo.

Il contemporaneo lo è
“Uno che non è accecato dalle luci del presente. (…) Appartiene veramente al suo tempo, è veramente contemporaneo, che non coincide perfettamente con questo, né si adatta alle sue pretese ed è, quindi, in questo senso, inattuale; ma proprio per questo, proprio attraverso questo spostamento e questo anacronismo, riesce, più degli altri, a percepire e apprendere il suo tempo ”. Giorgio Agamben, filosofo (Agamben, 2013.)

Note: The text above was written by the Artist. No modification was made by COCA.

Sabrina Malpeli

Brazil

Vive e lavora a Thiene, VI. Artista multimediale. Laureata in Arte – presso l'Università Barão de Mauá (2009-2011) a Ribeirão Preto, SP.

Dal 2011 al 2017 ha fatto parte del corpo di educatori d'arte presso l'Istituto Figueiredo Ferraz, a Ribeirão Preto / San Paolo, che mirava ad avvicinare l'arte contemporanea al pubblico studentesco, che ha permesso di vivere un'intensa interazione con la produzione artistica contemporanea e con questioni estetiche e concettuali proprie a contatto con specialisti, artisti, critici e curatori.

2016 – partecipa alla sua prima mostra collettiva – OBJECT A – Ribeirão Preto / São Paulo

Share this Artist