Equilibrio nel sognare 2020

Una serie di opere nata con l’intento di riavvicinare, o meglio creare un legame più empatico, di connessione e di rispetto tra natura e urbanizzazione.

Relazione uomo e mondo.

Uno spazio metafisico dove la natura ironicamente si urbanizza, s veste di un linguaggio moderno e astratto, in modo da poter far riflettere l’osservatore.

Il mio tormento più grande 2020

70×50 cm
china indiana su tela grezza di cotone

Un abuso violento del linguaggio che porta ad un ofuscamento mentale complessivo della società da parte dello Stato.
L'opera è stata spinta a nascere durante l'esplosione della pandemia Covid-19, dove sempre più ho sentito il bisogno di denunciare ,sulla tela, la violenza verbale che quotidianamente assorbiamo dai mass media, anche incosciamente, che al contempo incide la nostra vita.
i materiali utilizzati nell'esecuzioni a loro volta vogliono condurre l'osservatore a soffermarsi, come nell'opera così nella vita, a rivalutare e riconsiderare l'aspetto ontologico di natura presente in ogni ente che ci circonda.

Note: The text above was written by the Artist. No modification was made by COCA.

Lorenzo Schillaci

Italy

https://sites.google.com/view/lorenzoschillaciart

Cresciuto in una realtà culturale priva di emozioni, relazioni e principi etici e morali nei confronti sia tra esseri umani che, e soprattutto, nei confronti della natura.
Passo la mia vita a cercare una via che possa aiutare sia me che chiunque ne abbia la volontà a trovare un equilibrio etico e morale sano, di consapevolezza , lontano dai pensieri malsani di queste menti corrotte di cui siamo abituati esser circondati, ma una via per una vita vera, riallacciando quel rapporto indissolubile tra uomo e natura.

Share this Artist