Image

Junk Food – The Art Of Wasting Food. 2017


Junk food e’ uno scatto che fa parte di un progetto piu’ ampio chiamato The Art Of Wasting Food. L’immagine, carica di forme e di colori vuole ad un primo impatto attirare l’attenzione dell’osservatore con una composizione molto gradevole di elementi disposti in maniera armonica e succulenta. Avvicinandosi all’immagine ed analizzando ad uno ad uno gli elementi che la compongono l’osservatore si rendera’ tuttavia conto che tutto cio’ che distrattamente aveva colpito i suoi sensi in realta’ non e’ accettabile da un punto di vista razionale, e per l’abbinamento inconsistente e per il fatto che la composizione e’ sostanzialmente formata da scarti di cibo.
The Art of Wasting Food è una serie di scatti che riprende avanzi e scarti di alimenti apparentemente disposti in maniera casuale su un piatto di latta bianco come fossero schizzi di colore su una tavolozza di un pittore (si potrebbero quasi definire piatti pollockiani). Il progetto vuole da una parte sensibilizzare l’osservatore sul dramma dello spreco alimentare nella nostra epoca e dall’altro ironizzare sulla ricerca sempre più esasperata del diverso (inteso come assurdo e provocatorio) nella presentazione delle pietanze da parte dell’alta ristorazione (ma non solo) al fine di stupire non più solo con il gusto ma anche con l’estetica, quasi come dire che l’apparenza venga prima della sostanza.


Note: The text above was written by the Artist. No modification was made by C.O.C.A.


Giovanni Crovetto

Italy


(Milano 1983). G inizia ad interessarsi alla fotografia nei primi anni del liceo con formazione da autodidatta. Subisce il fascino dei grandi fotografi del 900 ma indaga anche sulle novità del momento. Espone fotografie ad eventi indipendenti e segue qualche corso di camera oscura. A 20 anni abbandona definitivam la fotografia analogica per il digitale. A 23 anni dopo essersi laureato in economia si sposta a vivere a Londra per 9 anni lavorando come broker nell’eclettica City. La fotografia rappresenta la fuga dalla routine lavorativa, il mezzo x raggiungere la libertà. La fotografia è passione gioco distrazione ed in ultimo professione. Collabora con numerose gallerie (J. Blanchaert, F. Ghizzoni, Spazio Farini) partecipa a fiere tra cui MIA e AAF, espone ad eventi vari ed aste (Triennale)


Share this Artist