Möbius 2019

La difficoltà di comunicare e l’incapacità di mostrarsi possono essere una barriera insormontabile. Non è attraverso le parole che l’autore prova a connettersi con gli altri ma ci prova con la fotografia, sviluppando un approccio profondamente esistenziale costituito da un processo creativo profondo, inatteso, a tratti mistico. A parlare è la pelle, che come un nastro di Mobius mostra la sua superficie non orientabile, e rappresenta la consapevolezza di sé. Un dialogo solo apparentemente astratto affinché l’osservatore trovi l’esigenza di ripercorrere ogni singolo fotogramma per entrare in contatto con la vera essenza dell’autore. E solo dal buio può emergere questo anello di congiunzione tra il microcosmo e il macrocosmo affinché la non delineazione dei confini possa far perdere quel senso di smarrimento e inadeguatezza per poter lasciarsi andare a una nuova dimensione.

Note: The text above was written by the Artist. No modification was made by COCA.

Gaetano Ippolito

Italy

Nato nel 1997 a Napoli, in Italia.
Da 3 anni appassionato alla fotografia, mi ci avvicinai con alcuni brevi laboratori in un centro interculturale, per poi approfondire seguendo vari workshop (Lina Pallotta, Mario Spada).
Allievo di Antonio Biasiucci, durante il "LAB/ per un laboratorio irregolare" ho realizzato "Möbius", che ho presentato a Napoli a Villa Pignatelli in occasione della mostra di Openheart. Attualmente frequento il Centro di Fotografia Indipendente di Mario Spada, Biagio Ippolito e Luca Anzani.

ABILITY OF THE ARTIST

Share this Artist